Dopo la presentazione del numero zero dello scorso aprile nella Sala Bodenheim di Grezzana, il periodico mensile edito da Verona Network, in collaborazione con il Gruppo L’Adige, sta per tornare nelle case dei cittadini di sette comuni della Lessinia.

Pantheon Notizie, il nuovo mensile di informazione locale, sta per raggiungere per la seconda volta le case dei residenti di sette comuni della Lessinia. Distribuito gratuitamente porta a porta, il neonato free press è il risultato di una collaborazione tra Verona Network e il Gruppo L’Adige, due realtà impegnate a offrire informazione di qualità e vicinanza al territorio.


Lanciato nel mese di aprile, Pantheon Notizie è stato presentato ufficialmente nella sala Bodenheim della Biblioteca Comunale di Grezzana. L’evento ha visto la partecipazione di numerosi rappresentanti istituzionali, associazioni locali, sindaci e cittadini interessati, evidenziando l’importanza di un’iniziativa editoriale dedicata alla vita locale.

Il mensile si propone di essere una fonte affidabile e diretta di informazione, coprendo attualmente i comuni di Grezzana, Cerro Veronese, Bosco Chiesanuova, Roverè Veronese, Erbezzo, Sant’Anna d’Alfaedo e Velo Veronese. Pantheon Notizie si affianca a Pantheon Magazine, il noto mensile patinato nato nel 2008, ampliando l’offerta editoriale del Gruppo editoriale.


La distribuzione porta a porta del giornale rappresenta un ulteriore passo verso un impegno concreto nella vita delle comunità locali, facilitando l’accesso all’informazione e rafforzando il legame tra i cittadini e il tessuto sociale ed economico del territorio.


«Va rimarcato il valore dell’informazione a “chilometro zero”: le grandi testate tendono sempre meno a dare spazio alle realtà provinciali e locali. In questo contesto, la nascita di Pantheon Notizie è come una luce che illumina le vicende più immediate e significative del territorio» ha commentato il vicesindaco di Grezzana Federica Maria Veronesi.


«L’informazione è fondamentale per una convivenza civile, ma è altrettanto importante che sia basata su fatti veri e non miri a sensazionalismi. – ha aggiunto il sindaco di Bosco Chiesanuova Claudio Melotti – Dobbiamo puntare su notizie positive, che rafforzino il tessuto sociale e contribuiscano a un futuro migliore per le nostre comunità».


Stefano Marcolini, sindaco di Roverè Veronese ha aggiunto: «Pantheon Notizie non solo fornisce uno spazio per raccontare le storie e le iniziative della nostra comunità, ma anche per mettere in luce il patrimonio culturale e le bellezze del nostro territorio. Attraverso la sua diffusione capillare

e il suo approccio inclusivo, il giornale può contribuire a valorizzare le attività locali, promuovendo un senso di appartenenza e orgoglio nel nostro territorio». Della stessa opinione anche il sindaco di Velo Veronese Mario Varalta.


«Nonostante la nostra dimensione ridotta, siamo una comunità vibrante, ricca di associazioni e eventi che meritano di essere valorizzati. La presenza di Pantheon Notizie rappresenta un importante passo avanti nella diffusione e nella valorizzazione di ciò che accade nel nostro territorio. – sottolinea il vicesindaco di Erbezzo Alessio Leso – Siamo felici che ci venga dedicata quest’attenzione, perché la comunicazione è fondamentale e importantissima, specialmente nei piccoli centri come i nostri, ed è fondamentale che venga fatta da persone e da un gruppo che conosce profondamente il territorio e con cui ha stabilito dei legami».


«È fondamentale dare visibilità al patrimonio culturale e alle iniziative locali, come nel caso dell’Associazione Forte Tesoro che è stata raccontata sulle pagine del numero zero. – ha sottolineato il sindaco di Sant’Anna D’Alfaedo Raffaello Campostrini – Questo patrimonio rappresenta una risorsa fondamentale per il nostro comune, e merita di essere valorizzato e condiviso con la comunità».


«È vero, è importante dare spazio a queste realtà nel panorama informativo, e Pantheon Notizie offra un canale privilegiato per farlo. – ha concluso il vicesindaco di Cerro Veronese Cristina Leso – Apprezzo l’accessibilità del giornale a tutti i segmenti della popolazione, compresi coloro che potrebbero preferire ancora la comunicazione tradizionale rispetto a quella digitale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *